Protezioni solari: come scegliere quella giusta per noi.

Con l’arrivo delle giornate di sole pieno, dobbiamo fare molta a attenzione nel proteggere la pelle dei raggi UV (sia dagli UVA che dagli UVB), sopratutto quelle di bambini ed adolescenti.

 

 

Molti studi provano che, se viene utilizzata una valida fotoprotezione fin da giovane età, i rischi di eventuali melanomi in età adulta si riducono notevolmente.

Come scegliere la protezione adatta a noi? Dipende tutto dal colore della nostra carnagione e per non sbagliare, vi consigliamo di identificare il vostro livello di fototipo:

fototipo

  • Fototipo I: carnagione chiarissima – occhi azzurri/verde chiaro – capelli rossi o biondo chiaro – moltissime lentiggini;
  • Fototipo II: carnagione molto chiara – occhi azzurri/verdi – capelli biondi – molte lentiggini;
  • Fototipo III: carnagione chiara – occhi azzurro scuro/verde scuro – capelli biondo scuro/castani – alcune lentiggini;
  • Fototipo IV: carnagione leggermente scura/olivastra – occhi marroni/marrone chiaro – capelli castani/castano scuro – pochissime lentiggini;
  • Fototipo V: carnagione scura – occhi marroni – neri – nessuna lentiggine;
  • Fototipo VI: carnagione scurissima/nera – occhi marrone scuro – capelli neri – nessuna lentiggine.

Più basso è il livello di fototipo al quale appartenete, più alta dovrebbe essere la protezione da utilizzare.

I filtri che vengono utilizzati in queste protezioni solari, sono denominati “FISICI”. Questi sono composti da sottili minerali (biossido di titanio e ossido di zinco), che vengono incorporati alla base cremosa, creando l’effetto specchio. Diversamente dai filtri “CHIMICI” che assorbono le radiazione ultraviolette, trasformandole parzialmente in calore, i filtri “FISICI” riflettendo le radiazioni solari all’esterno, diminuendo l’aumentare del calore corporeo.

Grazie alle nuove formule, la malleabilità è stata migliorata e risulterà molto più semplice spalmarle, evitando il famoso “effetto fantasma” che lasciava aloni bianchi nelle zone d’applicazione.

MNTK3421

Un altro punto importante da tenere in considerazione, è il SPF (Sun Protectio Factor), che per normativa europea è obbligatorio indicare nelle etichette (Racc. 22 settembre 2006, n. 2006/647/CE), la quale stabilisce il fattore di moltiplicazione del tempo in cui un determinato fototipo può essere esposto al sole prima di procurarsi un eritema solare:

Tutte queste formule sono senza sostanze pericolose, formulate con ingredienti minerali e naturali facilmente biodegradabili, rispettando le nostre acque e la nostra pelle. Non vi è presenza di profumi aggiunti, per evitare reazioni allergiche durante l’esposizione.

Fonti:  blog Officina Naturae
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...